lunedì 3 settembre 2018

Volevo fare la ballerina.

Ciao a tutti, e bentornati.
Questo aggiornamento sarà lunghetto, mettetevi comodi.
Innanzitutto, mi auguro che la vostra estate sia stata positiva. Della mia non mi lamento troppo; ho fatto esperienze e conoscenze che mi hanno arricchita molto, e non vedo l’ora di rituffarmi nel mio lavoro. Poteva andare peggio, no?
Grazie a tutti coloro che durante l’estate hanno acquistato e letto i miei libri. I vostri commenti, pubblici e privati, mi hanno resa molto contenta e orgogliosa. Vedere le vostre foto dei miei libri in spiaggia, in montagna, in Italia e all’estero: Gioia. Pura.
I prossimi mesi saranno molto interessanti per me. Ho diversi progetti in cantiere, a cominciare da un nuovo libro.

Oggi però voglio parlarvi di una cosa che mi sta molto a cuore. Titolo: Volevo fare la ballerina.

Dovete sapere che da almeno un anno rifletto sulla possibilità di creare e gestire una newsletter. I motivi che mi hanno trattenuto dal trasformare l’idea in realtà sono stati diversi:
1.       “Non so da dove cominciare; non ho mai scritto una newsletter.”
2.       “Perché qualcuno dovrebbe iscriversi alla mia newsletter? Il mondo ne è pieno.”
3.       “Non avrò mai il tempo necessario per seguire un progetto così complesso.”
4.       Punto 1, 2 e 3 a ripetizione
Ho iniziato a cambiare idea quando mi sono resa conto che la mia presenza online era cambiata rispetto a sei anni fa, quando mi preparavo a pubblicare il mio primo libro. Allora chiacchieravo di più e più a lungo con le persone che mi seguivano. Ero più costante nell’aggiornare il blog, e molto puntuale nelle risposte alle email.
Col passare del tempo le cose sono cambiate, e non solo perché il mio seguito è cresciuto e i miei impegni si sono moltiplicati. La verità è che è mutato anche il mio rapporto con il blog e con i social.
Se su Instagram riesco ancora ad interagire con il 99% delle persone che mi contattano (probabilmente perché il mio account è privato, e quindi le interazioni sono limitate), su Facebook e Twitter le cose sono diverse. Immagino ve ne siate resi conto anche voi, soprattutto negli ultimi tempi: è complicato vivere quei due social senza essere inevitabilmente trascinati in discussioni gridate, rabbiose, tossiche, a base di bandierine nei nick, fake news e meme che non fanno ridere.
E per quanto ami Twitter e Facebook, so che è sempre più difficile avere uno scambio quieto, edificante, simpatico, anche in un settore relativamente tranquillo come quello dell’editoria e della scrittura.

Così ho deciso di dare vita a Volevo fare la ballerina, la mia newsletter. Questa, per me, sarà innanzitutto un’occasione per mettermi alla prova con un nuovo mezzo. Seguo con piacere diverse newsletter che mi hanno arricchita molto, sia come donna che come cittadina, lettrice, scrittrice e consumatrice. Posso solo sperare che lo stesso valga per chi deciderà di iscriversi alla mia newsletter.
Per me, poi, Volevo fare la ballerina sarà anche un’occasione utile per imparare. Scrivere vuol dire crescere, e per crescere devi capire, scoprire. Ciò che racconterò a voi non sarà soltanto quello che già conosco, bensì anche ciò che imparerò strada facendo, leggendo libri, seguendo corsi, rispolverando il mio bagaglio stilistico e tecnico.
Impegnarmi ufficialmente a inviare una newsletter sarà, inoltre, un modo per essere certa che non mi farò prendere dalla pigrizia che spesso mi ha colpita nella gestione del blog e della posta elettronica.

I contenuti che riceverete ogni volta saranno esclusivi. Ciò vuol dire che ogni newsletter non sarà un riassunto delle cose postate sui social, o di racconti che ho già condiviso altrove. Ogni due settimane, questa è la frequenza che ho scelto, leggerete qualcosa che riguarda la mia vita privata, i miei progressi con la scrittura in corso, le dritte che sento di poter dare a chi scrive/a chi vuole scrivere. Vi regalerò contenuti extra scritti appositamente per la newsletter, condividerò con voi scene tagliate dai miei libri, vi fornirò un dietro le quinte circa il mio lavoro quotidiano, tanto pratico quanto spirituale e teorico.

Con Volevo fare la ballerina, i miei obiettivi sono essenzialmente due:
1.     Creare/Ritrovare, con i miei lettori, il meraviglioso rapporto che negli ultimi tempi, a mio avviso, è andato in letargo. Voglio raccontarvi di me e del mio mondo e spero che voi facciate altrettanto con me. Voglio rendervi partecipi dei miei progressi con la scrittura senza rischiare che l’algoritmo di un social vi faccia perdere qualche informazione.
2.     Fornire, a chi lo desidera, l’opportunità di ottenere informazioni utili in merito alla scrittura, all’editoria indipendente e, più in generale, al mondo dei libri.

Questa sarà una prima volta per me. Vi chiedo supporto e pazienza. In cambio, vi offrirò ogni volta il mio 100%.
Volevo fare la ballerina partirà ufficialmente sabato 29 settembre. Come ho già detto, vi arriverà ogni due settimane.
Il 22 settembre, sia per testare le mie capacità tecniche che per accertarmi che tutto funzioni a dovere, gli iscritti (fino a quel giorno) riceveranno una email ‘prova’, con la quale vi darò il benvenuto.
Per iscrivervi a Volevo fare la ballerina non dovete fare altro che inserire il vostro indirizzo email qui sotto. Ho creato anche una nuova pagina nel blog (sulla barra in alto, sotto l’header), tutta dedicata alla newsletter.
Se avete domande, lasciate un commento o scrivete ad alessiaessescrive@gmail.com.
Fin da ora, grazie a chi mi darà un'opportunità.
Alla prossima.


Iscriviti a Volevo fare la ballerina


mercoledì 1 agosto 2018

Sconti e Arrivederci

Ciao a tutti, e buon primo agosto.
Mi auguro che questa (calda) estate vi stia trattando bene.
Da qualche anno, approfitto di agosto per fare due cose:
1. disintossicarmi da internet: disinstallo tutte le app, sparisco dai social, mi concentro esclusivamente su me stessa, sui miei cari e sulla vita 'reale'; ne ho sempre tanto bisogno, e trovo che un mese di "disintossicazione" sia necessario anche per la mia creatività.
2. offrire ai miei lettori (o ai potenziali lettori) l'opportunità di leggere i miei libri ad un prezzo scontato.

Per l'estate 2018 le cose non sono cambiate:
- A partire dal 3 agosto sarò irraggiungibile via social, via e-mail e via blog. Se avete qualcosa da dire/chiedere, vi invito a farlo entro il 3 agosto. Tornerò operativa al 100% il 3 settembre, e in quella data vi parlerò di cosa ho in serbo per l'autunno. Spoiler alert: tante belle cose. I pulsanti per seguirmi sui social (o per scrivermi una mail) li trovate qui a destra.
- Da oggi, fino al 31 agosto, i miei libri sono disponibili ad un prezzo scontato. Tutti gli e-book costano € 1,99. Tutti. Per i cartacei, invece, ho scelto di fare una cosa che non ho mai fatto. Fino alla fine di questo mese, infatti, per le copie cartacee dei miei libri dovrete pagare solo il costo della stampa. Io non guadagnerò nulla sulla copie acquistate.
I miei romanzi sono molto variegati: più o meno 'romantici', più o meno 'adulti', più o meno 'spinti'. In questa lista trovate trame e link per l'acquisto, sia su Amazon che su Kobo. L'offerta è in vigore su entrambe le piattaforme.
Mi auguro che ne approfittiate. I libri da leggere non sono mai abbastanza :)

Prima di lasciarvi, scrivo qui un'informazione che magari può interessare a qualcuno. Ne ho parlato sui social, ma magari può essere sfuggito.
Ricordate la mia fan fiction dal titolo Vicini? Ho iniziato a pubblicare un seguito.

Vi auguro di passare un mese all'insegna della tranquillità e dell'amore, a cominciare dall'amore per voi stessi. Amatevi, vogliatevi bene, e ritagliatevi del tempo per prendervi cura del vostro spirito e della vostra mente. Magari con un bel libro ;)

Grazie per tutto il supporto e l'affetto che non mi fate mai mancare. Se sono ancora qui (a scrivere, a cazzeggiare, a vivere), è anche merito vostro.

Alla prossima,
Ale

giovedì 14 giugno 2018

Io e Te - 10 anni dopo. Un aggiornamento.

Ciao a tutti.
Questo post riguarda l'annuncio che ho fatto sabato in merito ad un anniversario molto speciale sia per la mia vita privata che professionale.

Poco fa Google mi ha fatto sapere che i blog privati (come quello che ho creato per farvi leggere/rileggere Io e Te) possono avere solo un certo numero di lettori.

Vi scrivo, dunque, per dire che potrò accettare solo altre 7 richieste di lettura. Poi dovrò inevitabilmente chiudere il modulo che ho creato per l'occasione. Il modulo l'avrei comunque chiuso dopodomani, però non avevo idea di questo limite previsto da Google/Blogger, quindi ho pensato di avvisarvi.

Se siete interessati e non l'avete ancora fatto, leggete questo post e compilate il modulo che trovate al suo interno. Non appena riceverò le ultime 7 richieste, chiuderò il form. In ogni caso, come già deciso inizialmente, non resterà aperto oltre sabato sera.

A chi ha già compilato il form nei giorni scorsi: dovrei aver inviato gli inviti a tutti coloro che ne hanno fatto richiesta. Se non avete ricevuto l'email, controllate la cartella dello Spam. Se non è neppure lì, o se dopo aver cliccato il link contenuto nell'email avete problemi ad accedere al blog, scrivetemi ad alessiaessescrive@gmail.com. Vi risponderò non appena possibile.

Grazie per tutte le richieste di lettura. Siete davvero tantissimi.
A presto.

sabato 9 giugno 2018

Io e Te - 10 anni dopo

Io e Te è il titolo del mio primo lavoro pubblicato online.
Chiamarlo 'lavoro' è, a ben vedere, un termine improprio. Io e Te era un diario personale che tenevo sul forum di Twilighters Italia.
Scrivere e pubblicare quel diario mi ha permesso di elaborare ciò che mi stava succedendo e di scoprire che raccontare storie per un pubblico era, tutto sommato, divertente.
Dopo Io e Te sono arrivate le fan fiction, e dopo le fan fiction è arrivata l'editoria indipendente.
Nel luglio del 2008, quando ho pubblicato il primo capitolo di questo racconto autobiografico (non sapevo ancora che avrei continuato il mio diario online; avevo conosciuto un bel ragazzo e volevo dedicargli due righe, stop), avevo 25 anni. Ero una ragazza sull'orlo di un burrone sentimentale. Dubitavo fortemente di quello che stavo studiando. Da lì a poco la mia vita sarebbe cambiata totalmente.
La mia scrittura era acerba. La mia personalità era acerba.
Non sapevo chi ero, cosa volevo, e qual era davvero il mio destino.

Scrivere e pubblicare Io e Te è stato, per molti versi, il primo atto dell'Alessia 2.0.
Dieci anni dopo credo di essere Alessia 4.0, e onestamente non vedo l'ora di sapere cosa la vita ha in serbo per me.

Ho deciso di pubblicare di nuovo questa storia per due ragioni:
1. ritrovare l'Alessia di 10 anni fa: i suoi timori, le sue incertezze, la sua innocenza, la sua disperata sete d'amore. Ogni tanto c'è bisogno di un viaggio nel passato, e 10 anni dopo mi sembra una scadenza di tutto rispetto
2. ricordare a me stessa e a voi (e mostrare a chi ancora non lo sa) da dove sono partita con questa faccenda della scrittura. Spoiler alert: sono partita dal fondo :D

Posterò un capitolo al giorno, e alla fine di ogni post troverete alcune note: che fine hanno fatto i luoghi e i protagonisti di 10 anni fa, come è cambiato il mio modo di raccontare, cosa è successo da Alessia 2.0 ad Alessia 4.0.

Per Io e Te - 10 anni dopo ho creato un blog privato. Questa è una storia molto speciale e personale per me. Ci tengo a che sia letta con discrezione.
L'accesso al blog sarà garantito a coloro che compileranno questo modulo fino a sabato 16 giugno. Lunedì 18, in serata, posterò il primo capitolo.

Grazie a chi si unirà a me in questo viaggio indietro nel tempo.

lunedì 14 maggio 2018

E COSÌ, FORSE, SARAI FELICE - Alcune info

Buongiorno e buon lunedì a tutti.
Tanto per cominciare, GRAZIE per la risposta che il mio ultimo post ha ottenuto, sia qui che sui social. Spero proprio che ECFSF vi piaccia come piace a me.

Con questo post risponderò ad alcune domande arrivate in questi giorni.

1. Ci saranno copie autografate di questo libro?
Purtroppo no. Le uniche copie cartacee saranno disponibili su Amazon.

2. Vorrei preordinare l'e-book, è possibile?
No. Stavolta non sono riuscita ad aprire il preordine perché ho lavorato sul testo fino all'ultimo momento disponibile. I file per gli e-book sono in lavorazione e saranno pronti per il 22, giorno di pubblicazione.

3. Ho un blog letterario, posso recensire ECFSF?
Sarebbe un onore per me.
Se hai un blog (o un canale YT, o un sito, o un profilo social, oppure un gruppo di lettura) in cui parli di libri (o di musica e libri, o di film e libri, o - più in generale - di quello che vuoi) e vuoi leggere il mio libro, compila questo modulo. Ti contatterò personalmente per parlarne.

4. Organizzerai dei giveaway?
Certo.
Se hai un blog (o un canale YT, o un sito, o quel che ti pare) e sei interessata/o ad ospitarne uno, puoi farmelo presente attraverso questo modulo.

Per qualsiasi domanda o curiosità, sia che siate lettori o blogger, lasciate pure un commento a questo post, oppure scrivete ad alessiaessescrive@gmail.com.
Grazie per essere arrivati fin qui.
Alla prossima.