giovedì 13 aprile 2017

COME L'ULTIMO RIGORE - Prologo

Il titolo del mio prossimo libro è

COME L'ULTIMO RIGORE

Ho parlato di questa storia nel mio ultimo post, e oggi - oltre ad annunciare il titolo - voglio farvi leggere l'inizio*. Buona lettura!

Uno dei miei migliori amici diceva che se una cosa può accadere fuori dal campo, nella vita di tutti i giorni, allora può accadere anche in campo, durante una partita di calcio.
A volte studi duramente per superare un esame, ma il professore è uno di quelli tosti, e non riesci a ottenere neppure un 18. Allo stesso modo, in campo, puoi trovarti di fronte ad un portiere talmente in gamba che neppure il numero 9, dopo essersi lasciato tutta la difesa alle spalle, riesce a segnare. In entrambi i casi parliamo di errori, ingiustizie, o più semplicemente di cattiva sorte.
La verità è che il risultato finale, nella vita di tutti i giorni così come nel calcio, non è altro che il frutto di tanti piccoli momenti che dettano i tempi e l’esito dell’evento principale. Momenti invisibili, di cui spesso ci rendiamo conto soltanto dopo, a mente fredda. Ripensare a ciò che è accaduto, ipotizzando scenari diversi a seconda di quello che faremmo o diremmo se ne avessimo la possibilità, è inutile, eppure inevitabile.
Se avessi saputo che il professore mi avrebbe interrogato sul terzultimo capitolo, avrei studiato di più. Se il gol di Shevchenko al 29’ non fosse stato annullato, avremmo chiuso il primo tempo con quattro gol di vantaggio, invece di tre.
Quando le cose vanno male, dopo la sorpresa, il dolore e la rabbia c’è sempre la fase in cui desideri una nuova chance. Per vendicarti, per riprenderti quello che ti è stato tolto, o per ricominciare. Ma non sempre accade. Non sempre è tutto facile come con un esame andato male, per il quale esisterà sempre un altro appello, o come con una partita persa, per la quale esisterà sempre una gara di ritorno.
Per certe partite non esiste rivincita, e per certi errori, nella vita di tutti i giorni, non esiste un rimedio. 
---

Grazie per essere giunti fino a qui.
Se volete potete già aggiungere Come l'ultimo rigore alle cose da leggere su Goodreads. Nelle prossime settimane posterò altri piccoli estratti, e non appena possibile vi mostrerò la copertina (è moltomoltomolto carina, giuro) e vi dirò la data di pubblicazione (è moltomoltomolto vicina, giuro).

Nel frattempo, grazie anche per la risposta giunta a questo nuovo libro. Non vedo l'ora di farvi conoscere Viola e Lorenzo.

Buone feste di Pasqua, belle persone. E se non festeggiate, approfittate comunque dei giorni di vacanza per riposare. O per leggere un libro. O per guardare Stranger Things. Ci siamo capiti.

Alla prossima!
Ale
---

*nella versione finale del libro potrebbero apparire delle modifiche

5 commenti :

  1. Wow un nuovo libro 😍😍😍 non vedo l'ora. Questo piccolo estratto è scritto molto bene, aspetto gli altri. Buone feste, buone letture e buone serie TV ;)

    RispondiElimina
  2. Mi piace moltissimo questo piccolo estratto!
    Non vedo l'ora di leggerlo!
    Mi sono unita con piacere ai tuoi lettori fissi!
    Se ti va di ricambiare ti aspetto da me!
    http://lamammadisophia2016.blogspot.it

    RispondiElimina

Fammi sapere cosa pensi di questo post, lascia un commento! Grazie :D