mercoledì 3 aprile 2013

Domande e Risposte

Nelle ultime settimane ho ricevuto diverse domande tramite Ask, Formspring e via email.
Ho scelto di raggrupparle in base al tema e di rispondere in un unica sessione.
Buona lettura!

Su Perfetto

1. Ho letto Perfetto in due giorni e mi è piaciuto tantissimo, complimenti! Tuttavia ho un piccolo rimprovero da farti (non è un vero rimprovero, tranquilla!). Non pensi che fra Elia e Lilac le cose siano rimaste troppo in sospeso? So che hai altri due libri e sicuramente svilupperai la loro storia lì, però mi aspettavo più romance fra di loro! Soprattutto visto che ci hai abituate a tanti di questi momenti nelle tue storie. 
Il rapporto fra Elia e Lilac è al centro di tanti commenti e di tante domande.
Su dieci lettori, cinque fanno il tifo per Lilac ed Elia. (Gli altri cinque sono per Lilac e Baguette.) Fra questi cinque, le idee sono diverse: l'avvicinamento con Lilac è avvenuto troppo presto; l'avvicinamento è avvenuto in maniera giusta; l'avvicinamento avrebbe dovuto essere più intenso dal punto di vista emotivo.
La mia risposta a questo genere di riflessioni (qualunque sia l'idea espressa) è: Pensiamo alla storia. Pensiamo al modo in cui i due personaggi si conoscono, al contesto in cui si avvicinano. Pensiamo, prima di ogni altra cosa, poi, a chi sono i due personaggi.
In Perfetto, Lilac è una ragazza che, nel giro di poche ore passa, da una società femminile in cui le uniche relazioni sentimentali sono quelle fra donne ad una realtà che include gli uomini. Fra questi uomini c'è un ragazzo che ha la sua stessa età, che la incuriosisce (anche se - o forse proprio perché - le dà sui nervi), che rischia la sua stessa vita per proteggerla e che le mostra un livello di tenerezza che lei non ha mai conosciuto. Nel mondo di Lilac, il rapporto fra uomo e donna non è solo impossibile, ma anche escluso dalla mente delle cittadine (nei libri, nella musica, nell'arte e così via). Ciò che Lilac prova quando incontra Elia, quindi, è prima di tutto un insieme di sensazioni nuove, vergini, e per questo molto intense. Per tutta la sua vita, questa ragazza ha pensato agli uomini come ad un qualcosa di proibito. Ora si risveglia fra le braccia di un ragazzo muscoloso come non mai, un po' scorbutico e un po' gentile. Pensiamo per un attimo all'effetto di tutti questi input su di lei. Con questo non voglio dire che i sentimenti di Lilac per Elia non siano spontanei, o che nel rapporto con lui non vi sia alcun aspetto romantico. In Segreto, di quella parte romantica si parlerà tanto, e il cuore di Lilac batte in maniera più che genuina.
Ciò che voglio dire è che l'avvicinamento ad Elia include un grande bagaglio fatto di cose mai provate e mai vissute, neppure indirettamente. Pensiamo a quando lui è emozionato nell'agganciarle il ciondolo al collo: Lilac non ha idea del perché Elia abbia il fiato corto. Non sa come interpretare i suoi sguardi, perché mai nessun uomo l'ha guardata così. E', a tutti gli effetti, ignorante per quanto riguarda certe cose.
Riflettiamo, poi, su Elia. Di lui sappiamo relativamente poco. (Chi ha letto l'extra sa qualcosa in più.) Cosa salta subito all'occhio, però? Elia cerca a tutti i costi di proteggere Lilac, di confortarla dopo che ha appreso la verità da Michael. Tuttavia, è convinto (perché lo dice nel capitolo 16) che il momento con la ragazza sia destinato a finire (Perché? Finirà davvero? Segreto risponderà a queste domande), e inoltre c'è Eloise. Non dimentichiamo Eloise.
In quest'ottica, quindi, è facile capire perché l'avvicinamento fra di loro non superi un determinato livello. Per una ragazza come Lilac, un bacio è qualcosa di straordinario se rapportato alla situazione che sta vivendo. Se poi consideriamo che i due si conoscono da pochi giorni, è ancora più facile comprendere perché la parte romantica nella storia sia così limitata. Amo l'aspetto romantico nei libri, ma lo amo ancora di più quando è verosimile, reale, e non affrettato. Quanto sarebbe stata reale e verosimile, dopo pochi giorni di conoscenza e in un contesto come quello che vivono i due, una dichiarazione d'amore eterno seguita da momenti di passione bruciante?
La parte romantica avrà un ruolo importantissimo nella trilogia. Si svilupperà senza fretta, però, e non solo da un punto di vista temporale.

2. Se potessi riscrivere Perfetto cambieresti qualcosa?
Direi di no. Ho avuto tanti mesi per scrivere e revisionare, e ciò che avete letto è ciò che reinserirei nel libro se lo riscrivessi. Né più né meno. 

3. Hai detto di aver scritto diverse bozze di Perfetto. Hai fatto grandi cambiamenti fra una bozza e l'altra?
Oltre a qualche scena aggiunta/cancellata, il più grande cambiamento che ho fatto credo sia quello relativo ad uno dei personaggi più importanti. Dalla prima all'ultima bozza gli ho salvato la vita :P

Su Segreto

1. Passerà del tempo dalla fine di Perfetto all'inizio di Segreto?
No. Segreto inizia esattamente lì dov'è finito Perfetto.

2. Ale, ciao! Come va la scrittura per Segreto?
Andrebbe meglio se avessi più tempo da dedicarle, questo è poco ma sicuro.
In termini di contenuto, invece, posso dirvi che NON VEDO L'ORA di farvi leggere cosa accadrà a Lilac & co. Se Segreto fosse un film, vi direi di iniziare a preparare i pop-corn. Ma forse posso dirvelo anche nel caso di un libro, no? Ok, allora. Preparate i pop-corn (e il Maalox).

3. Ale, che fine ha fatto Michael?
Mentre scrivo questa risposta, Michael è disteso su un letto, e Lilac gli è accanto. Più di così non posso dire.

Sul mondo della scrittura

1. Hai ricevuto molte critiche per Perfetto? Se sì, come l'hai presa?
No, non ho ricevuto molte critiche. Non vado in giro a setacciare il web, lo ammetto, ma fra i commenti su Goodreads e Amazon avrò visto sì e no un paio di "brutti voti".
Scrivere fan fiction per quattro anni mi ha aiutata molto per quanto riguarda la natura di certi commenti. Potrebbe, infatti, essere facile cadere nel tranello del 'Oh, no! Tizio non ha appezzato il mio libro, quindi vuol dire che ho scritto uno scempio, che non potrò mai più scrivere nulla e che quindi devo darmi all'ippica!'.
Chi lascia un parere negativo, commenta il libro e la storia che ha letto. Per cui è importante concentrarsi su un primo punto: chi ha odiato il tuo libro non odia te, ma ciò che hai scritto. (Esistono anche casi in cui i lettori preferiscono concentrarsi sulla demolizione sistematica dell'autore per puro spirito distruttivo, ma a me non è mai successo. Un consiglio, però: evitate quei lettori come evitereste Vega G.)
In secondo luogo, una cosa fondamentale: non esiste un libro che piace a tutti. I gusti sono soggettivi, e quindi è normale che la stessa scena possa essere favolosa per Caio e aberrante per Tizio.
Per anni ho fatto tesoro di commenti negativi, e ora la mia filosofia è questa: li accetto, così come accetto quelli positivi. Non vado in giro a festeggiarli, chiaro, ma non me la prendo, assolutamente.
Non posso pretendere che Perfetto piaccia a tutti. Non posso pretendere che ogni lettore lo legga con lo stesso spirito, con la stessa apertura mentale, con la stessa idea di originalità e qualità.
Esistono persone a questo mondo che odiano la Nutella: potrei davvero prendermela con chi finisce Perfetto e dice che non gli è piaciuto?! Naaa.
Io ringrazio tutti i lettori, a prescindere dal loro parere. Per aver letto e per aver trovato il tempo di lasciare una recensione, di qualunque colore essa sia. E un grazie grande quanto una casa, va a coloro i cui appunti nelle recensioni mi hanno fatto riflettere. Grazie, grazie, grazie.

2. Hai guadagnato molto con Perfetto?



Varie

1. Hai detto che quando hai iniziato a scrivere ff non ti immaginavi come autrice di un libro. Se pensi al futuro, ora che un libro l'hai scritto, come ti immagini?
Seduta su un divanetto con JK Rowling, a sorseggiare tè al limone e a pianificare la conquista del mondo.
Ha Ha. Non scherziamo.
In questo momento, se penso al mio futuro come autrice, mi vedo impegnata a scrivere un nuovo libro. E' ciò che voglio fare, è ciò che farò. A meno che Joanne non mi chiami al suo fianco come dama di compagnia. In quel caso mollo tutto e vado in Scozia.

2. Ale, puoi consigliarmi dei bei libri in italiano? Anche di autori stranieri, basta che siano tradotti :D
Le saghe di Cassandra Clare, di genere urban fantasy e steampunk.
I libri di Jojo Moyes, a partire da Io Prima di Te.
I libri di John Green. Leggete John Green.
E se non l'avete ancora fatto, leggete L'Ospite, di Stephenie Meyer.

3. Continuerai a pubblicare libri dopo la fine della trilogia di Lilac? Hai già in mente qualcosa?
Certamente. Ho diverse idee in cantiere, un mucchio di appunti su fogli volanti e quaderni, ma per ora preferisco non addentrarmi troppo in un nuovo progetto. La trilogia ha la precedenza ;)


Grazie a tutti per le domande che sono arrivate.
Vi ricordo che potete unirvi alla discussione circa Perfetto e i suoi personaggi attraverso il gruppo su Goodreads.

Alla prossima!

2 commenti :

  1. Davvero carine, sia le domande che le risposte... cmq io muoio dalla voglia di leggere Segreto!!! Questa trilogia è davvero splendida, complimenti Alessia:)

    RispondiElimina
  2. anche io non vedo l'ora di continuare la lettura :)
    comunque ho trovato le tue risposte molto simpatiche soprattutto quella dellla conquista del mondo con la Rowling (cosa totalmente OT hai letto il seggio vacante?ti è piaciuto?).
    Per quanto riguardi i libri suggeriti mi piace molto lo stile di Green.

    RispondiElimina

Fammi sapere cosa pensi di questo post, lascia un commento! Grazie :D