martedì 16 ottobre 2012

L'anatroccolo nel lavandino.

Il titolo di questo post sembra un bel titolo per una fiaba, vero?
Oppure una frase oscura che nasconde chissà quale importante metafora.
Oppure una posizione del kamasutra. Ci penso e rido.




Invece no.



L'anatroccolo nel lavandino è proprio quello che leggete. Un anatroccolo in un lavandino.
Non ci credete?
Eccolo.





Dovrei evitare di infestare internet con le mie idiozie quando sono così stanca.

4 commenti :

  1. Tenero lui! Quando io ero bambina, mio nonno aveva una fattoria e aveva un sacco di animali. Lui ero molto protettivo verso gli animali e non me li lasciava mai toccare, allora un giorno mentre lui era nell'orto raccolsi da terra un anatroccolo e ci giocai per qualche minuto, poi lo sentì arrivare e nella foga di non farmi beccare lasciai cadere l'anatroccolo dall'alto nel suo recinto e si ruppe una zampetta. Inutile dire che il poverino morì, mio nonno si arrabbiò tantissimo e io ancora oggi mi sento in colpa per quel anatroccolo.

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Visto? Sembra che pensi 'dove cacchio mi trovo? come si esce da qui?' XD

      Elimina

Fammi sapere cosa pensi di questo post, lascia un commento! Grazie :D