venerdì 23 gennaio 2015

Aggiornamento faccenda IVA

Ciao a tutti.
Oggi scrivo per aggiornarvi in merito alla faccenda IVA di cui ho già parlato in questo post.



Qualche settimana fa ho contattato l'agenzia italiana ISBN, e ho raccolto informazioni in merito al costo dei codici e alle modalità di acquisto.
Mi aspettavo una situazione decisamente diversa, lo ammetto. Una situazione lontana da quella che, per me, è l'ennesimo tentativo di affossare gli autori indipendenti. Non scenderò nel dettaglio della questione perché mi sono arrabbiata molto qualche settimana fa e non voglio farlo di nuovo.

Il mio obiettivo era questo: cercare una soluzione per evitare di aumentare il prezzo dei miei libri. L'aumento sarebbe ricaduto totalmente sui lettori, dal momento che sono loro a pagare l'IVA sull'acquisto. La soluzione che mi è stata presentata dall'agenzia ISBN non mi ha soddisfatta e non mi soddisfa, e per tal motivo l'ho rifiutata.
Cosa vuol dire questo per i prezzi dei miei libri? Dunque.
Il prezzo de L'Ultima Voce e di Desiderio di Natale è aumentato obbligatoriamente a partire dall'1 Gennaio, per rientrare nelle soglie di prezzo minimo stabilite da Amazon. Se ricordate bene, ne avevo parlato già qui.
Il prezzo di Segreto e Infinito è aumentato. Di poco, tranquilli.
Il prezzo di tutte le mie altre pubblicazioni è rimasto identico a prima del 31 Dicembre. Mi farò carico io dell'aumento dell'IVA.

Le modifiche di cui vi ho parlato riguardano solo gli e-book. Il prezzo dei cartacei resta quello di prima.
In ogni caso, credo davvero che i prezzi dei miei libri siano ancora ragionevoli. Soprattutto se do uno sguardo a quelli di alcuni editori.

In questo momento, la mia soluzione mi sembra la migliore, per me e per voi.
Nel corso dei prossimi mesi raccoglierò e analizzerò i dati relativi alle vendite, per capire se e come le variazioni di prezzo hanno influenzato il comportamento dei lettori.

Se avete dubbi, suggerimenti o domande, non esitate a lasciare un commento o a scrivermi in privato.

(Sono ancora molto arrabbiata per questa faccenda, e probabilmente lo si capisce dal fatto che per questo post non ho creato uno dei miei tanto amati papiri.)

Buon fine settimana a tutti.
Alla prossima.
Ale

1 commento :

  1. Ale, personalmente credo che i prezzi dei tuoi libri siano più che ragionevoli. Alla fine, se non dico un'eresia, il tuo lavoro è proprio scrivere!
    Guarda per gli editori non ne parliamo, sembra abbiano fatto la campagna #unlibroeunlibro, solo per poterci guadagnare di più visto che i prezzi degli ebook NON sono scesi. Il costo è sempre quello di prima da quanto ho visto su alcuni libri, fatami capire, voi pagate meno di iva ma io devo sborsare lo stesso prezzo in modo che voi ci guadagnate di più? Non so cosa dire, davvero.
    I prezzi dei tuoi libri sono più che abbordabili.

    RispondiElimina

Fammi sapere cosa pensi di questo post, lascia un commento! Grazie :D